che sia

utileblog

"Avere qualcosa di importante da dire e che sia utile a tutti o a molti. 

Sapere a chi si scrive. Raccogliere tutto quello che serve. Trovare una logica su cui ordinarlo. Eliminare ogni parola che non serve. Non porsi limiti di tempo"

don lorenzo milani

PRONTI? BOH.

«PRONTI?»

«SCEGLI.»

«FACCIAMOLO DALLA PARTE GIUSTA.»

«SUL SERIO? »

«CREDO…»

La surreale campagna elettorale per le elezioni politiche di domenica 25 settembre 2022 si è combattuta a suon di slogan talmente vuoti di significato da risultare incomprensibili o addirittura intercambiabili.

Il modo in cui chi si candida a rappresentare gli italiani parla agli italiani per chiederne la fiducia e quindi il voto dovrebbe essere indice della sua caratura culturale, oso dire morale, della sua preparazione e del rispetto per l’interlocutore, il destinatario del messaggio.

In questi mesi io ho assistito a un linguaggio tronfio, autoreferenziale, che cercando di essere assertivo è risultato perlopiù borioso.

Il risultato è che nessuno sa se questi politici, che hanno fatto cadere il governo in carica senza essere sul serio pronti a questa campagna elettorale, siano davvero pronti ad assumersi le grandi responsabilità che il governo di una nazione compete.

E soprattutto se gli elettori, noi cittadini, siamo davvero pronti a scegliere, con serietà, se abbiamo davvero potuto capire quale sia la parte giusta, e cosa voglia davvero fare chi sta da quella parte, o dall’altra.

Andrò a votare domenica? Sì.

Sono pronto? Boh.

La situazione è grave, non c’è dubbio, ma non è affatto seria.

Voterò per la parte giusta? Credo…

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Una bella chiacchierata con Barbara Garavaglia per LeccoFM in occasione dell'uscita di Natale per sul serio, un divertente racconto natalizio per le famiglie