ALTA CUCINA, MUSICA E LETTERATURA

ALLE PRESE COI PROMESSI SPOSI

 

“GUSTARE” MANZONI: CHIC O KITSCH? – Non è difficile stilare un elenco dei verbi che, di quando in quando, vengono accostati ai Promessi sposi: “leggere”, “studiare”, “odiare” – ovviamente, direbbero generazioni di studenti costretti a sorbirsi il romanzo a scuola -, “analizzare” (sovente “banalizzare”), e via così. Alla lunga lista, oggi si aggiunga “gustare”.

Che sapore lascia in bocca la lettura di alcuni capitoli del romanzo? 

 

Manzoni era di suo un amante della buona cucina e del buon vino, e nelle pagine del suo romanzo non mancano suggestioni curiose per costruire un menu che sia anche un viaggio, tra i sapori semplici dei piatti raccontati e tra le emozioni più toccanti nascoste nelle pieghe di un capolavoro. Nell'ambito del festival "Leggere è il cibo per la mente" promosso da Leggermente Promozione Lettura ai Pian dei Resinelli, Teka Edizioni e La Baita Rifugio Casimiro Ferrari organizzano la cena letteraria con un menu "manzoniano" ad hoc e qualche mio contrappunto letterario 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now